Posizione corrente:

Ti trovi in: Home » Notizie » Coibentazione case mobili, tipologie di strutture

Coibentazione case mobili, tipologie di strutture

Coibentazione case mobili: le case mobili sono strutture ad uso abitativo, realizzate e prodotte con lo studio di geometri, ingegneri e tenici specializzati. Sono realizzate per garantire tutti i normali comfort di una abitazione abituale. Le tipologie sono molte, si differenziano per: uso di materiali, tipo di struttura, aspetto e metratura. Una delle caratteristiche che più le contraddistingue è il grado di coibentazione, cioè la resistenza e l’impermeabilità della struttura a temperature rigide.

La coibentazione di una casa mobile varia a seconda delle caratteristiche della struttura. Ciò che incide maggiormente sono: gli infissi, la struttura perimetrale, la pavimentazione ed il tetto.

Esistono dunque case mobili di tipologia Standard, adatte a tutte le zone di mare, laghi, fiumi, zone collinari o pianeggianti che non siano soggette a continue intemperie da parte degli agenti atmosferici; oppure, case mobili di tipologia Invernale, che vengono consigliate per le zone montane o comunque soggette a nevicate e gelate ripetute e annuali.

 

GLI INFISSI:

Le case-mobili presenti sul mercato presentano infissi in alluminio o in pvc, talvolta anche in legno. Le ultime generazioni di questi prodotti tendono quasi universalmente alla realizzazione di finestre e porte in pvc, per via di un ottimo rapporto: qualità/prezzo. L’ infisso in pvc garantisce una chiusura ermetica.

Ci sono comunque molte case sul mercato con infissi in alluminio. La differenza tra tipologia “Invernale” o “Standard” sta soprattutto nello spessore del vetro. Un vetro-camera, o vetro doppio, delinea una piccola parte della coibentazione di una casa su ruote.

TIPOLOGIA STANDARD = infissi in alluminio con vetro semplice.

                            

TIPOLOGIA INVERNALE = infissi in pvc con vetro doppio.

                       

 

STRUTTURA PERIMETRALE:

Una buona parte della coibentazione di una casa-mobile è data dalle proprietà del materiale della struttura perimetrale e di conseguenza dallo spessore. Esistono molte tipologie, vi elencherò i più utilizzati qua sotto:

  • Pannello sandwich liscio, grecato o dogato formato da: lamiera esterna e lamiera interna plastificata, all’ interno si trova il poliuretano espanso, una schiuma speciale che viene immessa all’ interno e che ha caratteristiche di isolamento. Lo spessore solitamente è intorno ai 3,5 cm.

                                  

  • Pannello sandwich  liscio, grecato o dogato formato da: lamiera esterna, polistirolo a forte incollaggio da entrambi i lati e compensato spatolato all’ interno. Spessore che, in genere, varia dai 4,5 cm ai 6,5 cm.                                                           

 

  • Scheletro in legno di spessore che, in genere, varia dai 5 cm agli 8 cm. All’ interno circoscritto dentro il telaio, si può trovare o il polistirolo o la lana di roccia. Esternamente vengono avvitate o spillate perline in pvc sullo scheletro, che possono essere leggere o pesanti. Internamente si troveranno i meranti che sono a sua volta avvitati sullo scheletro.

 

perlina pesante                                        perlina leggera

TIPOLOGIA STANDARD = pannello sandwich con 3,5 cm di spessore, scheletro in legno con 5 cm di spessore.

TIPOLOGIA INVERNALE = pannello sandwich dai 4,5 ai 6,5 cm di spessore, scheletro in legno con 8 cm di spessore.

 

PAVIMENTAZIONE:

Le case mobili vengono costruite su di un carrello o chassis zincato con ruote.

Esistono vari metodi di fabbricazione, possiamo generalmente suddividerli in due varianti:

  • Pannello in truciolare con uno spessore che di solito è 2,2 cm, avvitato sulle omeghe del telaio zincato e con il linoleum sopra. TIPOLOGIA STANDARD
  • Pannello di spessore solitamente intorno ai 5 cm, formato in sequenza dall’ alto al basso da: linoleum, compensato, polistirolo, compensato. TIPOLOGIA INVERNALE

Esistono alcune case “Standard” che per avere una maggiore coibentazione, vengono fornite di lana di roccia (sotto al pannello in truciolare) sorretta da del materiale plastico traspirante.

Un altro fattore importante, è dato dall’ubicazione delle tubature idriche: quelle che passano internamente alla casa mobile sono meno soggette a rotture, causate dalle basse temperature invernali.

TETTO:

Il tetto di una casa mobile è l’ ultimo, ma non per importanza, fattore che caratterizza la coibentazione di una casa mobile. Qui di seguito le tipologie:

  • 1° TIPOLOGIA INVERNALE: Lamiera ondulata avvitata su uno scheletro in legno, poi un freno-vapore ed un contro soffitto con spessore 4 cm.
  • 2° TIPOLOGIA INVERNALE: Lamiera ondulata avvitata su uno scheletro in legno, freno-vapore e pannello sandwich di spessore 3,5cm.
  • TIPOLOGIA STANDARD: Lamiera ondulata avvitata su un pannello in polistirolo e truciolare di spessore 3,5 cm circa (questa è una caratteristica presente nelle case con tetto “rampante”, senza contro-soffitto. Non è presente lo spazio tecnico per il freno vapore, la lana di roccia o qualsiasi altro materiale isolante. La coibentazione sarà dunque minore, ma internamente, l’ altezza del tetto darà un impressione maggiore di spazio e vivibilità.

 

 

Per vedere tutti i nostri modelli di case-mobili vai sul sito www.casemobilioccasione.com

                                                                                                                                           

                                                                                                                                                  4 Springs case mobili srl

Marchi trattati

BK BluebirdABIAtlasShelboxWillerbyAdria